Antonio Calafati |

| inizio

 

 

ARCHIVIO INSEGNAMENTO

 

 
Berlino 2006

AAM |

aAccademia di architettura di Mendrisio

INSEGNAMENTO ALL'ACCADEMIA DI ARCHITETTURA 2017-18

 

Cittò nel tempo: il caso di Bergamo

Bergamo è la città scelta dall’Accademia di architettura per le Attività di Diploma dell’anno accademico 2017-2018. Il corso si propone di analizzare l’organizzazione sociale, economica e spaziale della città, i maggiori progetti di trasformazione urbana in corso di attuazione o programmati – e di riflettere sul paradigma che ha guidato le scelte strategiche nello sviluppo della città fisica e della città sociale negli ultimi due decenni. Si propone, inoltre, di analizzare in modo esplorativo i fattori che influenzeranno l’evoluzione della città nel prossimo decennio. Per sviluppare la capacità comparativa, nella prima parte del corso saranno presentate le traiettorie di sviluppo di alcune città europee e illustrati gli elementi che definiscono il “modello europeo di città”.

 

Strategie urbane: progetti ed effetti

I progetti di trasformazione urbana – sia quelli di grande scala che quelli di piccola scala – hanno una dimensione estetico-formale che è in primo piano nella formazione di un architetto. I progetti di trasformazione urbana hanno, tuttavia, anche effetti sociali (ed economici) che, spesso, sono proposti come giustificazione della loro realizzazione (effetti che non sono indipendenti dai caratteri estetico-formali del progetto stesso). Gli effetti sociali dei progetti di trasformazione urbana dipendono dai processi che essi attivano e la loro analisi richiede una metodologia specifica, che metta in evidenza le interazioni nello spazio e nel tempo con le altre trasformazioni urbane. Partendo da alcuni interventi di trasformazione urbana rappresentativi in corso di realizzazione – o recentemente – realizzati a Milano – sia di grande che di piccola scala – il corso introduce gli studenti al tema dalla valutazione sociale dei progetti e delle strategie che da essi allo stesso tempo presuppongono e determinano.

 

La città contemporanea: economia e società

Come studiano la città contemporanea gli scienziati sociali? Quali categorie, metodologie, teorie – e con quali obiettivi scientifici – gli scienziati sociali esprimono e comprendono le strutture e i processi sociali della città – e diventano consapevoli delle profonde differenze nello spazio e nel tempo delle società urbane, delle loro economie e organizzazioni spaziali? Rispondere a queste domande è l’obiettivo principale del corso. Utilizzando procedimenti elementari di rappresentazione visuale dei fenomeni sociali sarà esaminata la struttura socio-economica e l’organizzazione spaziale della città contemporanea. Muovendo dall’analisi di città rappresentative scelte in diverse regioni del mondo, sarà proposta e discussa una classificazione delle città in termini di tipi-ideali. Comprendere che le città sono sistemi in continuo cambiamento e come ciò influenza il ‘progetto urbano” è uno degli obiettivi del corso.

 

 

 

elaborati finali

2016/17

Claudia Soricelli, Scampia: tra urbanistica, architettura e società, Accademia di architettura - USI.

Michele Valsangiacomo, La città di Lugano: logistica e sostenibilità, Accademia di architettura - USI.

Hannah Matthews, Castlefield (Manchester): un caso di rigenerazione urbana, Accademia di architettura - USI.

Stefano Gariglio, Periferie di una metropoli: il caso di Torino, Accademia di architettura - USI.

2015/16

Andrea Bellora, La finanziarizzazione della città. L'architettura e le nuove logiche di produzione dello spazio, Accademia di architettura - USI.

Paolo Kemp, Analysing the process of urban transformation in the area of Giambellino in South West Milan, Accademia di architettura - USI.

2014/15

Karin Cavadini, Il parco urbano “Tempelhofer Freiheit” a Berlino: storia, funzioni, caratteri, Accademia di architettura - USI.

2013/14

Caterina Pedò, L’emergenza urbanistica in Italia, Accademia di architettura - USI.

2012/13

Stefania Maistrelli, Barcellona. I confini della città: dal nucleo storico alla regione metropolitana, Accademia di architettura - USI